lunedì 16 marzo 2009

Nebbia


A volte è dura. Ieri mi sono presa una boccata d'aria di mezz'ora. Dai figli, dalla casa, dalle incomprensioni. Sono un po' stanca...fisicamente e mentalmente. Mi sono ritrovata a pensare: ora prendo il treno e me ne vado, non so dove nè per quanto tempo. Ho abbandonato subito il progetto ma il solo pensarlo mi ha dato l'illusione di essere ancora padrona della mia vita, di essere ancora libera di fare scelte solo per me. C'era la nebbia ieri sera. Come la nebbia anche il rimorso di aver voluto cancellare la mia famiglia dalla mia mente anche solo per mezz'ora mi ha avvolta. La boccata d'aria si è rivelata essere fame d'aria, come quella che provano gli asmatici durante le loro crisi. Allora ho accelerato il passo verso casa...è ora della pappa dei piccoli...è ora delle coccole...

12 commenti:

Spinoza ha detto...

Non ti preoccupare, sognare di cancellare tutto è normale, e non ti devi sentire in colpa per questo!

Baci

Minu ha detto...

tutto fisiologico, semalutia.
sai il primo pensiero che ho fatto quando ho portato a casa l'imbrattatele?
Dio mio, non sarà mai più come prima, occorre che mi prenda cura di lei per sempre.
Mi sono spaventata, non di averlo pensato, ma di essere braccata.
Ogni tanto lo penso ancora.. e penso anche il contrario.
Nessun senso di colpa, ti abbraccio.
Forza
Magari ogni tanto prendilo un treno, con un biglietto anche di ritorno, non può che farti bene

RED ha detto...

Ciao Semalutia, arrivo al tuo blog tramite la Minu, mia amica ed ex collega ... ho letto i tuoi post e mi sono aggiunta ai tuoi lettori. Posso dirti di non essere troppo severa con te stessa? ... capita a tutte di sentirsi un pò oppresse dalla quotidianità, di aver voglia di scappare e invece, chissà come mai, siamo sempre al nostro posto, pronte x una nuova giornata ... coraggio sicuramente noi "donnette" ti siamo vicine ! Passa a trovarmi, se ti va! Ciao Red

the muffin woman pat ha detto...

magari concediti anche delle pillole d'aria spalancando le finestre. funziona:)

Pietro ha detto...

voglia di pane e tulipani...

Susanna ha detto...

E' normale!

alianorah ha detto...

Anche io a volte ho voglia di scappare, ma poi resto. Invece c'è chi scappa davvero, verso cosa o chi, poi...chissà... :-(

Semalutia ha detto...

@Tutti: grazie per l'appoggio, mi avete fatto sentire meno sola. Passerà...

Pane e tulipani...bellissimo film.

Luca Conti - Pandemia ha detto...

Carissima,

mi rattrista un po' sentirti in questo stato :(

Scappare dagli impegni non è una soluzione, ma prendersi una pausa, anche breve, credo sia tutta salute, per te e per chi ti sta vicino.

Non rinunciare a qualche piccolo spazio per te. Promettimelo :)

Semalutia ha detto...

@Luca: grazie caro :)
Prometto che mi prendo qualche giorno per pensare solo a me, aspetto che venga giugno e me ne vado da qualche parte a ritemprarmi.
Ho già allertato i nonni per prendersi cura dei bimbi! ;)

Monica ha detto...

ehhh... mamma serena...sei viva, sei purtroppo come tutti! immagino che quando arrivano i bimbi in una famiglia si è veramente vincolati a quanlcuno su questa terra... prò hai la soddisfazione di vedere che sei l'unica persona su cui i tuoi bimbi contano davvero e l'unica persona insieme a tuo marito che insegnerà loro a vivere. L'unica cosa da fare in momenti in cui si ha voglia di fuggire è magari non fuggire davvero ma ritagliarsi un po' di tempo per se stessi: lettura, bagno caldo, massaggio con creme... questo è quello che penso, non so se possa sempre oritire effetti, ma scondo me aiuta. Evviva, sei viva!! ciao Sere'.

Miranda ha detto...

Siamo mamme, e siamo mamme responsabili, presenti, affettuose, ma siamo anche persone. Così talvolta le richieste quotidiane, le esigenze familiari, le responsabilità sono così pressanti che ci si sente come schiacciate. Un po' d'aria è una necessità vitale. Per tutte!