martedì 24 novembre 2009

Tema scottante


Titolo: Contraccezione (premetto che non sono un medico ed accetto pure le smentite, o le puntualizzazioni)

Svolgimento: Non è che sia proprio un'esperta di contraccezione, diciamo, oggi voglio trattare sto tema a modo mio. Tutto parte da questo incipit: vorrei dare una risposta secca a quelli che dicono "ma come si fa a rimanere incinta nel 2009 (per sbaglio, ndr) quando ci sono tantissimi metodi di contraccezione!". Ecco, analizziamoli pure questi "tantissimi" metodi contraccettivi.

Pillola, cerotti e qualsiasi altro metodo che usa gli ormoni: checchè se ne dica, un metodo invasivo per la donna. Squilibrante e spesso dannoso. Si può usare per limitati periodi di tempo, intervallati da pause. Dannoso a lungo andare per il fegato.

Spirale: invasivissimo. Sempre un corpo estraneo all'interno della vagina di una donna.

Preservativo: sfido qualsiasi coppia stabile ad usarlo. Preserva da malattie e gravidanze indesiderate è vero, ma senza è tutta un'altra cosa (secondo me).

Metodi naturali: decisamente non sicuri.

Sicura che ne dimenticherò moltissimi altri mi fermo qui. Perchè poi, fatta la scrematura, non è mica tanto vero che esistono tutti sti sistemi! Poi, in una maniera o nell'altra, sempre metodi diciamo, "dannosi", per la salute della donna.

Allora, sono proprio fuori dal mondo se, a 34 anni, e avendo già 2 figli, penso spesso a far chiudere chirurgicamente tutto? Scelta importante dalla quale non si torna più indietro, ma forse l'unica valida? Ai posteri l'ardua sentenza.

5 commenti:

Monica ha detto...

Mah, direi che non è una cattiva idea, basta solo essere convinte (perchè comunque non credo che dopo già due figli possa un giorno arrivare irrefrenabile e soverchiante la voglia di un altro bimbo, e se mai dovesse arrivare ci sarebbe da chiedersi se non c'è dietro un problema psicologico da risolvere)... Penso che nel 2009, si rimanga incinta perchè c'è poco interesse all'approfondimento della conoscenza scientifica sull'argomento, della serie "facciamo sesso con i sensi e col cuore come insegnano i migliori film e libri romantici" e il cervello mettiamolo da parte...
D'accordo con te che i metodi invasivi sono "leggermente" mortificanti per la donna, l'unica è il preservativo, e se non ti piace mi sa che hai ragione te proponendo o la chiusura delle tube o la vasectomia... C'è chi si sentirebbe menomato, personalmente non la vedo così (mi sembra simile al fatto che mi taglio unghie e capelli quando non mi piacciono troppi lunghi... ma è il mio personale punto di vista).

alianorah ha detto...

Fai vasectomizzare tuo marito (la vasectomia è reversibile, se non erro). Qualche volta possono farli anche gli uomini i sacrifici no? :)

Clelia ha detto...

Queste sono scelte soggettive. La pillola oggi non è più così invasiva come un tempo, addirottura può essere curativa di molti problemi ormonali. Hai ragione comunque nel dire che deve essere interrotta ogni tanto, concordo sul preservativo e sui pericoli della spirale. So per certo che le nuove pillole sono a basso dosaggio e "limitano" ma non escludono danni. In ogni modo restano secondo me la soluzione ideale per il controllo delle nascite. ps. CONCORDO PIENAMENTE CON ALIAHNORA

Clelia

Semalutia ha detto...

Eh, sì ragazze, questo è un tema un po' delicato e decisamente soggettivo.

@Monica: il discorso sta nel fatto che sia un procedimento irreversibile...nella vita, per fortuna o purtroppo, non si sa mai come vanno le cose...e se poi un altro figlio divenisse veramente un bisogno impellente? Una mia cara amica non ne voleva più dopo il secondo. Poi però si è separata e ne ha voluto un altro col nuovo compagno.

@Alianorah e Clelia: non sono proprio convinta che mio marito non ne voglia più di figli. Sono io quella che dice basta.

Concordo sulla pillola come valido metodo per il controllo delle nascite. Purtroppo, per quanto mi riguarda, avendone provate diverse, vi dico che non le riesco proprio a tollerare, neanche a basso dosaggio. Vomito e nausea a go go.

Inoltre una mia parente, dopo, credo, 20 anni di pillola, si è ritrovata con una grave forma di steatosi epatica...

E, per finire: si può sempre stare con la paura e l'ansia di rimanere incinta tutte le volte che si ha un rapporto???? Fino alla menopausa??? Uff.

Wilma ha detto...

Bel tema! In realtà anch'io ho sempre pensato: ma quali sono tutti stì metodi di cui parlano? In realtà, a ben guardare, c'è solo la pillola...Con i suoi mal di testa allucinanti pre-mestruali e un certo calo del desiderio...